Chi (non) comanda a Berna?

La mancata chiusura notturna dei valichi di frontiera secondari del Canton Ticino, decisa dal Consiglio Federale in spregio alla volontà manifestata dal Parlamento con l’approvazione della “mozione Pantani”, deve aprire gli occhi di tutti i ticinesi sulla vera natura, iniqua e antidemocratica, dei poteri occulti che controllano dalla Berna Federale questo povero Cantone.
Se neppure una misura di sicurezza minima avente carattere più che altro simbolico può essere applicata a favore del Ticino, creando persino un conflitto istituzionale fra i poteri dello Stato, significa che una malevole cappa di oppressione viene deliberatamente mantenuta sopra il nostro Paese per annichilirne qualsiasi prospettiva di ripresa.[…]

Scarica l’articolo

1